argomenti di astrologia
L'UOMO E IL COSMO...
Scienza ufficiale e conoscenza tradizionale

La scienza ufficiale e la conoscenza tradizionale hanno due modi molto diversi di inquadrare e studiare i fenomeni naturali.
La prima, infatti, cerca di ridurre all'essenziale la descrizione di quello che studia, trascurando tutti gli aspetti che, apparentemente, non hanno nulla a che vedere con l'effetto da studiare.
In questo modo essa crea un cosiddetto modello dell'oggetto.
La seconda, al contrario, tiene conto di tutte le caratteristiche del fenomeno e del suo ambiente, anche di quelle che, a priori, potrebbero non rivestire un ruolo essenziale.
Supponiamo, ad esempio, di essere interessati al movimento di un proiettile. Lo scienziato ne considererà solo il peso, la velocità iniziale di lancio, l'inclinazione; non si occuperà, almeno in prima approssimazione, del materiale di cui è costituito, della sua forma, dell'estensione, della sua storia precedente al momento del lancio.
Per la conoscenza tradizionale, questa semplificazione non è giustificata e il suo uso sistematico porta non alla conoscenza della realtà, ma di un mondo di ombre e di invenzioni matematiche.
E' ovvio che l'approccio scientifico ha dato, negli ultimi secoli, risultati tali da dimostrare una notevole validità, almeno quando si parla di oggetti materiali inanimati e strutturalmente abbastanza semplici: le grandi scoperte della fisica nei campi del movimento, del calore, dell'elettricità e della struttura della materia ne sono l'esempio più lampante.
D'altra parte, questa mentalità è per forza di cose assai scettica nei confronti di tutte le discipline tradizionali. Pensiamo ad esempio all'Astrologia. Essa afferma che le caratteristiche di un individuo, la sua evoluzione, il suo destino sono strettamente correlati al movimento di corpi celesti lontanissimi e privi di qualsiasi relazione diretta con lui! Al di fuori di una concezione profondamente unitaria dell'universo, per cui "tutto è in relazione con tutto", come in un unico organismo vivente, come si può dar credito ad un'affermazione simile?
Considerazioni analoghe valgono anche per altri aspetti, come ad esempio la sensitività, cioè la possibilità di comunicare senza mezzi materiali, l'influenza a distanza di cui si occupa la magia, l'importanza e la forza di particolari simbolismi, ecc.
D'altra parte ancora, alcuni ambienti scientifici stanno cominciando a studiare le relazioni fra l'ambiente e l'essere umano in modo più approfondito di quanto non sia stato fatto finora; compaiono così possibili influenze insospettate. Possiamo allora chiederci se l'approccio della scienza ufficiale, nel caso dell'uomo, non sia in realtà riduttivo e meno proficuo di quello tradizionale.
Scopo di questo articolo è esporre, in forma molto semplice, alcuni campi di ricerca in questo senso, in modo che il lettore interessato abbia spunti di ricerca e ulteriore riflessione.


La Geobiologia.
Questa giovane scienza si occupa delle relazioni fra l'ambiente e le condizioni di vita in esso, in particolare il suo influsso sulla salute.
Studi statistici mostrano che in alcune zone geografiche si ha una particolare frequenza di malattie gravi. In alcuni edifici, o addirittura in certi specifici appartamenti si è osservato il ripetersi regolare delle stesse patologie, come se "qualcosa", legato alla casa o alla stanza favorisse l'insorgere, ad esempio, di una specifica forma di tumore.
A partire da queste osservazioni, poichè la la frequenza delle malattie non era spiegabile con altre ipotesi, si è cominciato ad esaminare l'influenza dele radiazioni cosmiche, dell'irraggiamento proprio della terra, del suo campo magnetico.
Si è scoperto che ogni anomalia del sottosuolo, come ad esempio: correnti d'acqua sotterranea, brusche variazioni di composizione del terreno, crepe di assestamento, ecc., possono produrre correnti elettriche e variare le linee di forza del campo magnetico terrestre.
Questi fenomeni, interagendo con i raggi cosmici, che provengono dallo spazio, provocherebbero variazioni nell'ambiente elettromagnetico in cui sono immersi gli abitanti e nella ionizzazione dell'aria.
I rabdomanti sarebbero in grado di avvertire queste variazioni e con questo mezzo scoprirebbero vene d'acqua nel sottosuolo.
D'altra parte, la salute delle persone che abitano, senza saperlo, sulla verticale dei "fiumi sotterranei", ne soffrirebbe disturbi anche gravi.
Un altro tipo di influenza energetica è costituito dalla cosiddetta "rete H": una specie di griglia reticolare, scoperta dal dott. Hartmann, che copre tutto il pianeta. E' costituita da un insieme di "muri" di energia, larghi 21 cm., orientati secondo i poli terrestri. In Europa, nella direzione nord-sud si ha un muro ogni circa 2 m., uno nella direzione est-ovest ogni circa 2,5 m.
Si è constatato che i nodi della rete H sono particolarmente poco salubri, che la loro energia negativa è aumentata notevolmente dalla presenza di corsi d'acqua sotterranea in corrispondenza (o di altre particolarità geologiche) e che soprattutto chi dorme in corrispondenza di uno di questi nodi è candidato a soffrirne le conseguenze sulla salute.


La Cosmobiologia.
Si propone di studiare sistematicamente le "sincronie", cioè le concomitanze fra fenomeni biologici e astronomici.
Gli iniziatori di questi studi, sono partiti dall'osservazione che i fenomeni di cristalizzazione di alcune sostanze hanno comportamenti diversi a seconda della configurazione dei pianeti in quel momento.
Ad esempio, un miscuglio di Nitrato d'Argento e di Solfuro di Ferro, su un assorbente, mostra dei "picchi" più netti ed evidenti se vi è una congiunzione tra la Luna e Marte; si noti che argento e ferro sono i metalli tradizionalmente legati ai due pianeti in questione!
Fenomeni analoghi avvengono per il rame (legato a Venere) e il piombo (Saturno).
Sono state notate, poi, varie associazioni satistiche, del tipo: ciclo delle macchie solari, e diffusione di certe malattie, da una parte, azione combinata di Giove e Saturno dall'altra; nascita dei cicloni e quadrature tra Luna Sole e Venere. Secondo alcuni studiosi, sarebbe l'acqua il tramite fra le forze galattiche e le reazioni chimiche che avvengono sulla terra. La struttura della sua molecola, a forma di piramide a base quadrangolare, verrebbe deformata in rapporto ai periodi dell'anno e alle posizioni dei pianeti, spiegando numerosi effetti soprattutto in campo biologico.


Conclusioni.
Gli studi che abbiamo brevemente sintetizzato sono ben lungi dall'essere conclusi, e meritano sicuramente maggiori approfondimenti. Sono tuttavia sufficienti a far rivalutare, almeno quando si considera la materia vivente e l'uomo in particlare, la concezione tradizinale che vede l'universo come un grande "animale", in cui ogni parte è strettamente interconnessa con tutte le altre.
In questa cornice trovano posto adeguato tutte le discipline della conoscenza tradizionale.
Se desideri parlare a voce della tua situazione, telefona ai nostri esperti di cartomanzia. Puoi chiamare in qualsiasi momento, dalle ore 9:00 all'1:00 tutti i giorni.
Non occorre prenotare, costa solo 1,80 euro al minuto (IVA compresa) che pagherai con vaglia o carta di credito dopo il consulto.polveri di stelle